NEWS

CrossFit Games 2017 – la fine dei giochi

Ed eccoci all’ultimo giorno dei CrossFit Games 2017 che incoroneranno il re e la regina del CrossFit per l’ultimo giorno, ancora 3 prove:

MADISON TRIPLET: un evento molto particolare, la sfida consiste in 450 metri di corsa seguiti dallo spingere la palla medica oltre ad una balla di fieno, fare un burpees poi saltare la balla di fieno ed ancora spingere la palla medica oltre la balla di fieno, burpees e saltare di nuovo la balla di fieno, questo per 11 volte, per poi ricominciare con 450 metri di corsa. 5 rft, tc 20 minuti

2223 INTERVAL: 2 minuti di lavoro e uno di pausa, nel tempo di lavoro 2 rope climb, 10 cal. allo SkiErg per poi fare massime ripetizioni di Over Head Squat. Si continua fino al raggiungimento di 75 OHS, uomini 70kg donne 47kg

FIBONACCI FINAL: 5 – 8 – 13 handstand push-ups alle parallele,kb deadlift con 92 kg e 30 metri di lounge con 2 kb da 24kg. Per le donne leggermente modificato, avendo 3 hspu + 5 kbdl, poi 5 hspu + 8 kbdl, poi 8 hspu + 13 kbdl con kb da 56 kg, il lounge poi sarà con 2 kb da 16kg

I vincitori dei Games alla fine sono stati Matthew Fraser e Tia-Claire Toomey. Nonostante l’americano fosse entrato con un ampio vantaggio accumulate nei tre giorni precedenti, non ha voluto lasciare spazio ai suoi avversari arrivando terzo nel primo evento della giornata, primo nel 22233 INTERVAL e secondo nell’evento finale. Vince con uno stratosferico punteggio di 1132 punti, con un vantaggio di 216 punti sul secondo Brent Fikowski. La sua è stata la gara con un dominio assoluto sin dal primo giorno, arrivando primo in 4 eventi e secondo in altrettanti. Non si vede nessuno all’orizzonte in grado di infastidirlo, anche negli anni a venire.

Per quanto riguarda Tia-Claire Toomey, nonostante avesse fosse in testa in classifica alla fine del terzo giorno, lo scarso vantaggio non le permetteva nessuna distrazione. Nonostante questo, nell’ultimo giorno ha comunque faticato per riuscire ad essere sul gradino più alto del podio. Arriva terza nel primo evento, addirittura quattordicesima nel secondo evento ed ottava nella finale. Questa performance, nonostante tutto, le permette di accumulare 2 punti in più della seconda classificata (Kara Webb) che non riesce a scavalcare la connazionale.

Complimenti al Fittest Man e alla Fittest Woman on heart e a tutti gli atleti che hanno partecipato a questa edizione dei Games, che diventano più entusiasmanti anno dopo anno.